Lista Eventi

CONVEGNO REGIONALE SINDEM EMILIA ROMAGNA

Image

In Italia circa il 21.2% della popolazione (poco più di 12 milioni) ha un’età uguale o superiore ai 65 anni. Un dato demografico non trascurabile che si associa ad un incremento di tutte le malattie croniche età dipendenti e fra queste le demenze. Il progressivo incremento della popolazione anziana comporterà un ulteriore consistente aumento della prevalenza dei pazienti affetti da demenza. Attualmente nel nostro Paese il numero totale dei pazienti con demenza è stimato in oltre un milione (di cui circa 600.000 con demenza di Alzheimer) e circa 3 milioni sono le persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’assistenza dei loro cari. Nella Regione Emilia-Romagna al 31/12/2017 sono stati stimati più di 53 mila persone con demenza con età superiore ai 65 anni, mentre le forme giovanili sono circa 1700. La M. di Alzheimer occupa circa il 60% di tutte le demenze e fra le rimanenti vi sono altre forme degenerative ma anche secondarie. Le conseguenze sul piano economico ed organizzativo sono facilmente immaginabili, se si pensa che il costo medio annuo per paziente è pari a circa 70 mila euro, comprensivo dei costi a carico del Sistema sanitario nazionale, di quelli che ricadono sulle famiglie e dei costi indiretti. La Società Italiana di Neurologia per lo studio delle demenze (SINDEM), con il presente convegno regionale, si propone di estendere la conoscenza dei dati che ruotano attorno al mondo delle demenze, affrontando vari aspetti, quali la diagnosi precoce alla luce dei nuovi criteri biologici e degli strumenti neuropsicologici, la discussione sulle cause dei vari fallimenti terapeutici, la diagnosi differenziale ed i percorsi per la gestione delle forme giovanili ed infine la valutazione critica dell’attuale assetto organizzativo e gestionale rappresentato dai Centri per i Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD).

50° CONGRESSO NAZIONALE SOCIETà ITALIANA DI NEUROLOGIA

Image

L’insegnamento della Neurologia a Bologna vanta una gloriosa tradizione che inizia nel 1928 quando Carlo Ceni viene chiamato alla direzione della “Clinica delle Malattie Nervose e Mentali” che venne in seguito ospitata dal 1931 in Via Foscolo 7 in un nuovo edificio dotato di laboratori, degenze, aule di insegnamento, biblioteca. La magnifica collezione di documentazione grafica di Ceni riguardante preparati istologici e aree cerebrali viene oggi conservata dall’Università di Bologna. Nel 1938 Giuseppe Ayala sostituisce Ceni proseguendone anche la linea di ricerca particolarmente nel campo della neuropatologia che entrambi avevano coltivato nell’ambito della Neurologia centro europea. Con Mario Gozzano, Direttore dal 1945 al 1951 e fondatore e Vice presidente della Società Italiana di Elettroencefalografia, la Neurofisiologia integra la Clinica Neurologica per espandersi ulteriormente con la direzione di Paolo Ottonello dal 1951 al 1960 e di Cesare Ambrosetto dal 1961 al 1977. Tuttavia il maggiore impulso verso una ricerca neurologica moderna come oggi si intende, inizia nel 1975 quando Elio Lugaresi vince la seconda Cattedra della Clinica Neurologica di cui sarà Direttore dal 1977 al 1998. Con la collaborazione di Carlo Albero Tassinari (terza cattedra), di Giorgio Coccagna (quarta cattedra) e Paolo Pazzaglia (quinta cattedra) si sviluppa con grande successo l’indirizzo di studio della medicina del sonno e della epilessia. Nuove malattie e sindromi vengono individuate e studiate con metodiche poligrafiche innovative e originali (Insonnia fatale famigliare, Epilessia frontale notturna, sindrome delle gambe senza riposo) e viene scoperta l’importanza di studiare le funzioni vegetative in modo stato-dipendente. 
Dal 1990 la neurologia bolognese si sviluppa anche in ambito ospedaliero grazie al Prof. Tassinari e al Dott. Sacquegna che fondano 2 importanti Unità Operative Complesse con vocazioni diverse, per la Epilessia all’ospedale Bellaria e per l’urgenza cerebrovascolare all’ospedale Maggiore.
La direzione della Clinica Neurologia viene poi affidata ad Agostino Baruzzi (1998-2007) che sviluppa la Neurofarmacologia e i moderni laboratori neurobiologici che danno impulso alla ricerca
neuromuscolare con la collaborazione di Paolo Martinelli e Pasquale Montagna. E’ sotto la sua guida che realizza il progetto della creazione del polo di neuroscienze presso il nuovo padiglione dell’Ospedale Bellaria che riceve il riconoscimento di IRCCS dal ministero (GU n. 119 del 24 Maggio 2011).
Pasquale Montagna guiderà la Clinica Neurologica purtroppo per un breve periodo (2007-2010) ma con grande determinazione nell’allargare i suoi orizzonti a livello internazionale.
Per la Scuola Bolognese quindi, è un grande onore ospitare il Cinquantesimo congresso della Società Italiana di Neurologia dopo averlo ospitato nel 1973 (XVII Congresso della Societa Italiana di
Neurologia) e nel 1983 (XXV Congresso della Societa Italiana di Neurologia).
L’organizzazione scientifica del Congresso prevede la presenza di corsi di aggiornamento, sessioni plenarie, workshops e comunicazioni libere. Il programma scientifico è strutturato per coadiuvare i
partecipanti all’aggiornamento sulle recenti acquisizioni riguardanti le malattie neurologiche e rappresenta un valido strumento di approfondimento per tutti i ricercatori che si dedicano con passione e determinazione allo studio delle patologie neurologiche. Un ampio spazio sarà, infatti, dedicato ai giovani neurologi che vorranno presentare le proprie attività di ricerca. Il Congresso offrirà anche l’opportunità di sviluppare tavoli di discussione sulle problematiche e sui percorsi assistenziali che la Neurologia dovrà fronteggiare nei prossimi anni, sia per le malattie acute che per quelle croniche, incoraggiando una sempre più stretta collaborazione tra Università, Ospedali e rete territoriale. La Neurologia Italiana ha raggiunto ormai una posizione di prestigio e di riconoscimento condiviso a livello internazionale. La produzione scientifica italiana, infatti, si colloca sempre più spesso fra i primi posti a livello mondiale. La qualità dell’assistenza medica, invece, seppur di buon livello, risente particolarmente delle difficoltà economiche che il Paese sta attualmente attraversando. La sfida per il futuro è impegnativa e sarà necessario uno sforzo comune per mantenere e  migliorare i livelli scientifico e assistenziale in ambito neurologico. Il Congresso SIN rappresenta il punto di sintesi e di unione di tutte le forze in campo e tutti noi siamo chiamati ad affrontare - e a vincere - la sfida. 

55° CONGRESSO AINPENC ASSOCIAZIONE ITALIANA NEUROPATOLOGIA E NEUROBIOLOGIA CLINICA 45° CONGRESSO AIRIC ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCA INVECCHIAMENTO CEREBRALE

Image

Anche quest’anno il congresso della Associazione Italiana di Neuropatologia e Neurolobiologia Clinica (AINPeNC) si svolgerà congiuntamente con quello della Associazione Italiana per la Ricerca sull'Invecchiamento Cerebrale (AIRIC).

La neuropatologia, un settore scientifico dalla lunga storia e caratterizzata da una importante tradizione in ambito nazionale, è stata negli ultimi anni ed è tuttora in fervente evoluzione. Alle tecniche classiche si sono affiancate procedure che permettono di visualizzare ed analizzare le lesioni fondamentali in situ sul tessuto. L’associazione di queste analisi morfologiche avanzate con indagini biochimiche e molecolari consente una caratterizzazione sempre più dettagliata dei processi patologici e può fornire le basi per future strategie terapeutiche.

Ampio spazio verrà inoltre dedicato alle presentazioni libere, come espressione del continuo progredire della ricerca in Italia in questo ambito ed alla discussione di casi clinici paradigmatici e di particolare interesse.  Il congresso sarà  associato ad un corso di aggiornamento sulle  Malattie Mitocondriali.

Lingua ufficiale del convegno è l’italiano.

Argomenti trattati
• Meccanismi di morte cellulare e Neuropatologia
• Neuro-oncologia: lesioni neoplastiche e non neoplastiche delle meningi
• Neuroimaging e Neuropatologia
• Malattie neurodegenerative: Nuovi approcci terapeutici clinici e sperimentali
• Neuropatologia e Neurobiologia delle malattie neurodegenerative
(Malattia di Alzheimer, Taupatie, Sinucleinopatie, Malattie da Prioni)
• Malattie muscolari e del nervo periferico
• Casi clinici paradigmatici

CONTRIBUTI SCIENTIFICI
E’ prevista la presentazione di contributi scientifici attinenti alla tematica del congresso. Gli abstracts, redatti in lingua inglese, dovranno pervenire entro la data di scadenza del 10 aprile 2019. Eventuali testi ricevuti dopo tale data non potranno essere accettati. La sottomissione dei contributi dovrà avvenire esclusivamente per via elettronica con l’invio della documentazione all’indirizzo mail neuropathology@neuro.it.

La Segreteria Organizzativa darà comunicazione scritta dell’accettazione al presentatore, entro il 20 aprile 2019.

Per presentare il contributo accettato dal Comitato Scientifico è necessario pagare la quota di iscrizione congressuale, entro il 30 aprile 2019.


Istruzioni per la corretta stesura del contributo scientifico:

Tutti gli abstracts dovranno essere presentati esclusivamente in lingua inglese con un accurato controllo della grammatica. Gli autori saranno ritenuti responsabili del contenuto dei contributi.
Organizzare il contributo come segue:
• Titolo dell’abstract in lettere maiuscole, carattere grassetto
• In una nuova linea inserire i nomi degli autori (iniziale del nome proprio,cognome, no titoli accademici)
• In una nuova linea inserire le affiliazioni degli autori (il più brevemente possibile: dipartimento, clinica o istituto, città) per ciascun coautore
• Dopo uno spazio inserire il testo dell’abstract senza capoversi.

Lunghezza massima: 400 parole
• Strutturare il contributo secondo le seguenti sezioni: obiettivi, materiali, metodo, risultati, discussione, conclusioni
• Affermazioni come “risultati saranno discussi”, “dati saranno presentati” non saranno accettati
• Non si possono inserire illustrazioni o tabelle
• Gli autori non riceveranno bozze per la correzione


Per ogni altra informazione relativa alla preparazione del contributo scientifico si prega di contattare la segreteria organizzativa info@sienacongress.it
tel. 0577 286003

 

Comunicazioni orali
Tutte le presentazioni si tengono in lingua italiana.
Per il tempo a disposizione si prega di consultare questo programma nelle varie sessioni. Si invitano gli autori a consegnare la propria relazione al centro slide almeno un’ora prima del loro intervento. Si ricorda che tutti i presentatori dovranno risultare regolarmente iscritti al congresso.
Poster
I posters dovranno essere stampati nella dimensione 70 cm. di base e 100 cm. di altezza e dovranno essere affissi alle ore 9.00 e rimossi alle ore 19.00 del giorno di competenza.
L’autore dovrà essere presente, nella fascia oraria di discussione, davanti al proprio poster per la condivisione con i colleghi interessati e i moderatori della sessione. Per il numero definitivo di presentazione attribuito al poster, preghiamo di voler prendere in considerazione il programma scientifico definitivo che sarà distribuito in sede congressuale.
Badge
I badges dovranno essere ritirati presso la segreteria congressuale che sarà aperta 30 minuti prima dell’inizio dell’evento.
Si raccomanda ai partecipanti di indossare il proprio badge durante tutta la durata dei lavori.
Attestato di partecipazione
L’attestato di partecipazione sarà rilasciato al termine dei lavori, presso la segreteria congressuale a tutti i partecipanti regolarmente presenti.
Assicurazione
La partecipazione all’evento non implica alcuna responsabilità da parte della segreteria scientifica e organizzativa per qualsivoglia incidente, danni personali o materiali o furti subiti dal partecipante durante la manifestazione.
Avvisi
Si ricorda che è tassitivamente vietato fumare nell’area congressuale e che tutti i partecipanti sono caldamente invitati a tenere i cellulari in modalità
silenziosa all’interno delle aule dove si svolgono i lavori.

SECONDA EDIZIONE CONVEGNO LIGURIA SCLEROSI MULTIPLA

Image

Razionale :

 

Il convegno ha l’obiettivo di aggiornare gli specialisti liguri sulle nuove terapie in termine di efficacia e sicurezza, in particolare su rischi infettivi, sull’impatto dei nuovi trattamenti sul sistema immunitario,  sulle terapie  in corso di gravidanza.  Una sessione sarà  dedicata al ruolo fondamentale della risonanza magnetica  in termini diagnostici , di ricerca, di follow up della malattia e di monitoraggio delle nuove terapie. Uno spazio sarà dedicato alla nostra realtà regionale con la presentazione dei centri SM della regione, dei trial in corso e  dei progetti per il futuro.  Le finalità ultime del congresso sono quindi quelle di informare, formare ed organizzare le varie figure professionali coinvolte nella Sclerosi Multipla inserendole in un percorso assistenziale regionale, che si basi sui dati, provenienti da una corretta ricerca scientifica, che siano conosciuti e condivisi.

RIUNIONE DELLA SEZIONE TRIVENETO SOCIETà ITALIANA DI NEUROLOGIA

Image

La Neurologia è una disciplina medica che si occupa di malattie sia acute che croniche. molto diffuse nel territorio. Fra queste, al secondo posto per frequenza dopo l'ictus, ci sono le malattie infettive del Sistema Nervoso.

I reparti di Neurologia ospitano frequentemente pazienti con infezioni del sistema nervoso e sempre più spesso il Neurologo è chiamato in qualità di consultant nei reparti di Rianimazione, di Pronto Soccorso e nei reparti di degenza internistici per pazienti con dubbia o acclarata malattia infettiva di sua competenza. L'epidemiologia delle patologie infettive è in continua evoluzione, con necessità talora di nuovi e rapidi  interventi sanitari di  prevenzione.

Il Congresso, nella prima sessione mattutina, tratterà l'epidemiologia e la clinica delle principali cause infettive di encefalite, per estendere le conoscenze dello specialista.

Nella sessione pomeridiana verranno trattati argomenti epidemiologicamente molto rilevanti, quali le cause principali di demenza, con particolare attenzione alla diagnostica, settore in cui si stanno verificando repentini cambiamenti, con ripercussioni anche sull'organizzazione delle aziende sanitarie.

Concluderà l'evento un approfondimento sia clinico che organizzativo sulle cefalee: l'arrivo di nuovi farmaci ad alto costo ed efficacia richiede, infatti, oltre ad un aggiornamento scientifico, una riflessione tra esperti su modelli organizzativi adeguati per soddisfare le esigenze dell'utenza.

1° CONGRESSO NAZIONALE GRUPPO DI STUDIO SIN NEUROLOGIA DI GENERE: UN DIVERSO MODO DI PENSARE ALLE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO

Image

RAZIONALE

La Medicina di Genere rappresenta un tema di crescente interesse sia in ambito clinico-scientifico che socio-sanitario. Il genere appare, infatti, avere un ruolo nel modulare la distribuzione, frequenza e variabilità fenotipica di molte malattie neurologiche, tra le quali le cefalee, le epilessie, l’ictus e la sclerosi multipla, e tale fenomeno ha delle ricadute rilevanti a livello sociale e gestionale.

Questo è il primo congresso organizzato dal nuovo gruppo di studio della Società Italiana di Neurologia (SIN), “Neurologia di Genere”. Il gruppo di studio nasce con lo scopo di promuovere e sviluppare progetti di ricerca e collaborazioni scientifiche nell’ambito dello studio epidemiologico, clinico e sperimentale dei fattori che agiscono in modo differenziale nel genere maschile e in quello femminile. L’obiettivo principale è di sviluppare conoscenze più avanzate e strategie sempre più personalizzate ed efficaci per la diagnosi, prevenzione e cura delle diverse patologie neurologiche. Particolare attenzione verrà posta all’implementazione di strategie per il reperimento di fondi utili a finanziare dei progetti di ricerca mirati.

Il Gruppo di Studio SIN “Neurologia di Genere” intende sviluppare le proprie attività in sinergia con gli altri gruppi di studio che si occupano di Medicina di Genere, sia a livello nazionale che internazionale, nonché con altre società scientifiche, altri enti di ricerca ed istituzioni. Sebbene l’obiettivo principale del gruppo di studio sia di carattere scientifico, ampio spazio sarà dato anche agli approfondimenti e discussioni sul tema dell’equilibrio di genere in ambito socio-sanitario e professionale.

ISCRIZIONE

La partecipazione all’evento è a titolo gratuito con prenotazione obbligatoria.

RIMBORSI

Per tutti i partecipanti al 1° Congresso Nazionale Gruppo di Studio SIN “Neurologia di genere: un diverso modo di pensare alle malattie del sistema nervoso”, provenienti da località distanti oltre 150 km dalla sede dell’evento e che ne faranno richiesta inviando una mail alla segreteria organizzativa SIN info@neuro.it entro il 1° maggio 2019, sarà possibile garantire un rimborso spese viaggio per un max 70€ a partecipante.
Si ricorda che per poter procedere al rimborso sarà necessario inviare alla segreteria organizzativa le ricevute in originale, unitamente al modulo di richiesta allegato.

 

IV CONGRESSO NAZIONALE ANEU

Image

I processi di razionalizzazione in corso ormai da diversi anni nell’organizzazione del Sistema Sanitario Nazionale   comportano sempre maggiormente la ricerca continua dell’appropriatezza e dell’equità dei trattamenti. Le condizioni di Emergenza / Urgenza mettono spesso a dura prova gli aspetti organizzativi, gestionali e clinici delle risposte ai pazienti.

I Neurologi sono da sempre impegnati in questo lavoro, anche in considerazione che in tutti i Pronto Soccorso la figura del Neurologo è tra le più richieste nell’attività  quotidiana.

La nascita di ANEU si è delineata perciò come un evento “naturale” all’interno della Comunità Neurologica e gli obiettivi che la Società si prefigge sono sempre più condivisi dalla comunità scientifica.

L’ evento si muove proprio in quest’ottica: precisare ruoli e sottolineare l’importanza delle figure neurologiche (prima di tutto per i pazienti), e soprattutto esplorare alcuni  aspetti dell’Emergenza Urgenza in Neurologia non sempre oggetto di interesse formativo sistematico su determinate patologie.

Contributi scientifici

E’ prevista la presentazione di contributi scientifici attinenti alla tematica del congresso.

Gli abstracts, redatti in lingua italiana, dovranno pervenire entro la data di scadenza del 15 marzo 2019. Eventuali testi ricevuti dopo tale data non potranno essere accettati. La sottomissione dei contributi dovrà avvenire esclusivamente per via elettronica con l’invio della documentazione all’indirizzo mail info@aneu.eu .

La Segreteria Organizzativa darà comunicazione scritta dell’accettazione al presentatore, entro il 31 marzo 2019.Per presentare il contributo accettato dal Comitato Scientifico è necessario pagare la quota di iscrizione congressuale.

III° RIUNIONE RETE ITALIANA TOSSINA BOTULINICA (RITB)

Image

RAZIONALE

La tossina botulinica è divenuta negli ultimi 30 anni un presidio terapeutico di notevole importanza per la cura di molte patologie neurologiche, sia di alcune malattie rare come le distonie sia di quadri clinici molto frequenti come la spasticità conseguente a ictus cerebri, sclerosi multipla e traumi midollari.  Inoltre le indicazioni terapeutiche si sono arricchite negli ultimissimi anni con il trattamento dell’emicrania cronica e dell’iperidrosi e vengono proposte ancora molte altre indicazioni, anche in regime off-label. Pertanto, il numero degli specialisti che si sono dedicati a questa modalità terapeutica è aumentato e si è diversificato notevolmente. Il trattamento con tossina botulinica prevede modalità di infiltrazione specifiche e quindi una preparazione professionale ad hoc che consenta di ottimizzare il trattamento in sicurezza, in assenza di linee guida internazionali. Da qui, la necessità di ritrovarsi insieme in un gruppo che sia di aiuto e supporto a questa attività.

L’incontro di questo anno vuole essere un aggiornamento sulle nuove ricerche e applicazioni della tossina botulinica per la cura di molte patologie neurologiche tra le quali le distonie, la spasticità, l’emicrania, e sulla tecnica di utilizzo della stessa

Iscrizione Congresso
Per poter partecipare al congresso è necessaria la pre iscrizione entro il prossimo 17 Marzo. L’iscrizione, riservata ai primi 100 partecipanti, dà diritto alla partecipazione ai lavori, al materiale
congressuale, all’attestato di partecipazione e alle consumazioni. Coloro che risulteranno correttamente iscritti all’evento, riceveranno e-mail di conferma entro il 18 marzo 2019

Iscrizione alla prova pratica

La prova pratica sarà fatta in piccoli gruppi e sarà dedicata all’ emicrania e al trattamento dell'arto superiore con la proiezione di video ed esercitazione su un manichino.
L’iscrizione si effettua tramite il seguente link https://ritb2019.sienacongress.it entro il prossimo 17 marzo 2019.
L’iscrizione, a titolo gratuito, è riservata ai primi 30 nominativi e dà diritto alla partecipazione alla prova pratica e all’esercitazione.
Gli iscritti riceveranno conferma scritta della loro partecipazione entro il 20 marzo 2019.


Agevolazioni e rimborsi
• Per i primi 30 membri appartenenti alla rete italiana tossina botulinica, provenienti da località distanti oltre 300 km dalla sede dell’evento e che ne faranno richiesta inviando una mail alla nostra segreteria entro il 10 marzo 2019, sarà possibile garantire la prenotazione alberghiera per la notte del 28 marzo presso la Domus Bethlem. La conferma della prenotazione sarà inviata per scritto dalla nostra segreteria entro il 18 marzo 2019.
• Per tutti i partecipanti appartenenti alla rete italiana tossina botulinica, provenienti da località distanti oltre 100 km dalla sede dell’evento e che ne faranno richiesta inviando una mail alla nostra segreteria entro il 10 marzo 2019, sarà possibile garantire un rimborso spese viaggio per max 75 € a partecipante.

 

LE ISCRIZIONI PER LA PROVA PRATICA SONO CHIUSE IN QUANTO RAGGIUNTO IL NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI

SOCIETà ITALIANA DI NEUROLOGIA E PAESI IN VIA DI SVILUPPO - RIUNIONE FONDATIVA DEL NUOVO GRUPPO DI STUDIO DELLA SOCIETà ITALIANA DI NEUROLOGIA

Image

Razionale
Negli ultimi anni il mondo è cambiato, la popolazione è più che raddoppiata e l’aspettativa divita non è mai stata cosi lunga.
L’Africa è il continente più investito da questa rivoluzione demografica che ha provocato  un’impennata di malattie non comunicabili, specie neurologiche: in Africa lo stroke uccide
come tubercolosi e malaria.
Purtroppo nei paesi in via di sviluppo i neurologi sono molto rari: in Africa uno ogni 5 milioni di abitanti. La domanda su come affrontare la crescente “epidemia” di malattie neurologiche aspetta risposte. In questo primo incontro del nuovo Gruppo di Studio SIN saranno trattati alcuni di questi temi: orientamento del GdS, come avviare un centro epilessia in Africa, il ruolo e la visione
dei giovani neurologi, disabilità da malattie neurologiche nei paesi in via di sviluppo e fisioterapia, le società scientifiche occidentali e i nuovi bisogni formativi, neurologia territoriale
e paesi in via di sviluppo, ottimizzare le risorse, la neurologia delle migrazioni, Global Neurology e Università Italiane.

XIV CONVEGNO NAZIONALE SINDEM

Image

RAZIONALE

Il XIV Congresso SINDEM vuole essere il momento in cui si possa fare il
punto dopo anni di esperienza clinica e di ricerca clinica e di laboratorio su
molti temi che caratterizzano la complessità inerente i processi
neurodegenerativi. Ai partecipanti verrà data la possibilità di discutere non
solo le evidenze scientifiche ma soprattutto le controversie, del mondo clinico
e scientifico, relative alle basi biologiche, la diagnosi e terapia, e i profili
neuro-cognitivi delle malattie neurodegenerative. Esperti Italiani di fama
internazionale presenteranno le varie problematiche dandone letture
personalizzate alla luce delle evidenze scientifiche. Le letture saranno
affiancate da presentazioni di lavori originali e da relazioni su temi emergenti
che sono e saranno all’ordine del giorno in un futuro ormai prossimo. Il XIV
Congresso SINDEM sarà anche una occasione per ricercatori clinici e di base
per trovare un adeguato luogo di discussione dei risultati della ricerca
scientifica sulle malattie neurodegenerative ed in particolare sulle demenze.
Da ultimo, ma non per importanza, il Congresso offrirà l’opportunità di
stimolare nuove e vecchie sinergie fra le iniziative di attività scientifica del
nostro Paese.

SOTTOMISSIONE CONTRIBUTI SCIENTIFICI

Gli abstract, redatti esclusivamente in lingua inglese, dovranno essere sottomessi entro il 1 febbraio 2019 sulla piattaforma sottomissione abstract Vi ricordiamo che la login e la password della passata edizione non sono più attive e che quindi sarà necessario prima registrarsi nuovamente, seguendo le modalità pubblicate, e solo successivamente sarà consentita la sottomissione. La pubblicazione dei contributi avverrà a insindacabile discrezione del Comitato Scientifico. Si prega di indicare se la discussione preferita è orale o poster. Il primo autore si deve assicurare che tutti i coautori siano a conoscenza dei contenuti del contributo presentato, prima di confermare la sottomissione.

 

CONGRESSO REGIONALE SIN SICILIA: LE CURE PALLIATIVE IN NEUROLOGIA

Image

RAZIONALE

Il Congresso Regionale SIN Sicilia 2019 rappresenta un’interessante occasione di approfondimento sulla gestione della Rete tempo-dipendente in Sicilia e sull’integrazione ospedaliera nella gestione territoriale delle Cronicità.

Un focus particolare è dedicato al tema delle Emicranie, sotto il profilo di prevenzione, diagnosi e cura.

L’argomento cardine è quello delle cure palliative, trattate dal punto di vista oncologico, della demenze, della SLA e della SM.

Innovazioni riabilitative, terapeutiche, tecnologiche e scientifiche ci accompagneranno ad un momento saliente,  l’assemblea dei Soci e votazione del nuovo Segretario Regionale della Sezione Sicilia per il prossimo biennio.

Concluderemo la giornata di aggiornamento con un vivace approfondimento sulla Neurologia Sperimentale e le ultime frontiere di trattamento e cura del Parkinson.

Come di consueto, il Congresso Regionale sarà l’occasione per ospitare relatori siciliani ed extra regionali che potranno confrontarsi sui tempi più attuali in Neurologia.

Iscrizione
Per poter partecipare al congresso è necessaria la pre iscrizione entro il prossimo 8 Febbraio. L’iscrizione, riservata ai primi 100 partecipanti, dà diritto alla partecipazione ai lavori, al materiale
congressuale, all’attestato di partecipazione e alle consumazioni. Coloro che risulteranno correttamente iscritti all’evento, riceveranno e-mail di conferma entro il 11 febbraio 2019

 

 

LA CLINICA NEUROLOGICA DI GENOVA DAGLI ANNI '70 AD OGGI: STORIA E TEMI DI RICERCA

Image

Si tratta di un evento focalizzato sulla evoluzione delle Neuroscienze negli ultimi cinquant’anni. La Clinica Neurologica di Genova ha in tal senso contribuito in maniera significativa a strutturare momenti significativi di una crescita non solo locale, ma con aperture nazionali e internazionali. Verranno pertanto presentate le tappe e i traguardi nell’ambito della clinica, diagnostica e ricerca per la Sclerosi Multipla, le demenze, le malattie neuromuscolari e il neuroimaging. Di particolare interesse anche clinico, saranno le presentazioni mirate ad evidenziare le più recenti strategie terapeutiche nell’ambito dei temi sopracitati

REGIONALE SIN CAMPANIA CRONICITà NELLE MALATTIE NEUROLOGICHE

Image

La promozione della ricerca e la diffusione della conoscenza nell’ambito della propria disciplina costituiscono uno degli obiettivi prioritari di ogni Società Scientifica. Nell’epoca attuale del federalismo regionale e dell’autonomia delle Regioni nella gestione della Sanità è ancora più importante il ruolo di riferimento che le Società Scientifiche Nazionali rappresentano attraverso le loro articolazioni regionali. Le Sezioni Regionali assumono un ruolo oltre che deputato all’accrescimento delle conoscenze, anche di confronto tra i soci rispetto alle problematiche organizzative ed assistenziali specifiche delle singole realtà regionali.

RIUNIONE ANNUALE SIN UMBRO-MARCHIGIANA

Image

I temi di questo anno sono imperniati su due argomenti che vengono spesso considerati di “nicchia” ma che in realtà stanno prendendo il giusto peso sia in ambito scientifico che assistenziale. Il primo è incentrato sui modelli regionali di Neuroriabilitazione, quindi sia sui percorsi terapeutici regionali sia sull’innovazione tecnologica con un importante impatto economico. Il secondo tema riguarderà le cronicità e le cure palliative in neurologia che è un terreno fertile in tutte le realtà assistenziali sia ospedaliere che territoriali in termini di organizzazione dei servizi, di presa in carico ma anche di razionalizzazione dei percorsi diagnostico-terapeutici

VI CONGRESSO TRIREGIONALE SIN SNO LIGURIA, PIEMONTE E VALLE D'AOSTA

Image

ECM
Il congresso è in fase di accreditamento per le seguenti figure:
- MEDICO CHIRURGO (geriatria; medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza; medicina fisica e riabilitazione; medicina interna; neurologia; neuropsichiatria
infantile; pediatria; psichiatria; neurochirurgia; oftalmologia; neurofisiopatologia; neuroradiologia; igiene, epidemiologia e sanità pubblica; medicina generale
(medici di famiglia); pediatria (pediatri di libera scelta); psicoterapia; cure palliative; epidemiologia),
- TECNICO DI NEUROFISIOPATOLOGIA
- INFERMIERE

Obiettivo formativo
Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi. Profili di assistenza. Profili di cura.

ANNUAL MEETING OF MILAN CENTER FOR NEUROSCIENCE

Image

The Milan Center for Neuroscience (www.neuromi.it) was founded in 2014 by the University
of Milano-Bicocca to promote high-level multidisciplinary research and education
in the field of Neuroscience, fostering collaborations among clinical, molecular, cognitive,
imaging, computational and biotechnological fields.
It gathers now more than 300 neuroscientists from 8 Departments of Bicocca and other
Universities and Research Institutes of the large Milan Area.
This is the fourth NeuroMi International Meeting. Previous ones have been: 2015-“Imaging
of the brain”, 2016-“Prediction and prevention of dementia: new hope”, 2017 -“Personalised
Medicine in Multiple Sclerosis”, all organized with major international experts
and with stimulating interdisciplinary views.
This meeting will follow the successful multidisciplinary approach, gathering basic scientists,
neurologists, neurosurgeons, psychiatrists, psychologists, rehabilitation specialists.
This fertile cross-disciplinary meeting will also provide the opportunity to interact with
top level scientists in each field.
The field of brain stimulation is advancing rapidly with breakthroughs in basic, translational,
and clinical research. The latest and most important research will be presented
at this meeting across these domains, starting with mechanisms of brain plasticity, and
going through applications of non-invasive (electrical and magnetic) cortical stimulation
to surgical deep brain stimulation in neurological and psychiatric disorders.